Prosegue la collaborazione con la Gipsoteca Giudici di Lugano, con l’allestimento della mostra Raul33. Atlantis curata da Artrust, che ha aperto i battenti il 13 ottobre e sarà aperta al pubblico fino al 16 dicembre.

Artista italiano, originario di Pescara e oggi cittadino del mondo, Raul33 traduce l’energia che cattura in tutto ciò che lo circonda, le visioni dei suoi innumerevoli viaggi, le emozioni che la musica gli trasmette, in segni istintivi e primordiali, che dai muri hanno poi abbracciato numerose altre superfici: tela, carta, vetro, quaderni, persino abiti e automobili.

«Il tratto caratteristico del mio linguaggio espressivo è la gestualità istintiva che alberga in me e si manifesta quando lavoro. – afferma Raul33 – Io divento un mezzo tra l’energia e la pittura. È la forma di meditazione più bella che conosco e di cui non posso fare a meno. Nulla è pensato o ideato, è tutto istinto che segue il proprio cammino in divenire».

La mostra – la sua prima in Svizzera – è un’occasione per presentare al pubblico elvetico la sua nuova produzione legata al mito di Atlantide. La maggior parte delle opere saranno esposte per la prima volta e alcune, inoltre, saranno realizzate da Raul33 appositamente per questa esposizione.

Per maggiori informazioni: www.artrust.ch/raul33