Sabato 4 giugno 2016 – ore 20.45

PROSSIMA FERMATA BELLINZONA

Nel Magazzino della Memoria Ferroviaria di Bellinzona l’archivista e il suo aiutante smistano i ricordi legati alla stazione. L’arrivo di Sharon, una giovane donna alla ricerca di una verità di famiglia, permetterà di girovagare nel tempo e spolverare fascicoli di storie vicine e lontane, quasi dimenticate, fra scritti, filmati, documenti sonori e fotografie. Dopo il successo della scorsa stagione “Prossima fermata Bellinzona” ritorna al Teatro Sociale per ripercorrere la storica presenza della ferrovia in città. Sul palco cinque bravissimi attori ticinesi, assecondati da due ottimi musicisti, che passando dalla commedia al musical non si risparmiano per raccontare un pezzo di storia che è di tutti i ticinesi. L’imminente apertura al traffico di Alptransit è l’occasione giusta per portare in scena Bellinzona guardandola con gli occhi di chi in ferrovia ci vive e ci lavora. Una narrazione collettiva, un’epopea un po’ tragica e un po’ romantica, a volte comica, spesso drammatica, certamente molto umana e teatrale. Una miriade di storie che in “Prossima fermata Bellinzona” s’incontrano, s’intersecano e si reinventano in uno spettacolo di teatro documentario che vuole essere un omaggio del Teatro Sociale alla sua città.

In occasione dei festeggiamenti per l’apertura della Galleria di base del San Gottardo, il DECS, con la Divisione della cultura e degli studi universitari e l’Ufficio fondi Swisslos, hanno deciso di offrire alla popolazione ticinese lo spettacolo. I biglietti omaggio (massimo due per persona) possono essere prenotati da subito presso l’Ufficio turistico di Bellinzona, palazzo municipale, tel. 091 825 48 18.