Situato sulle rive del Lago di Lugano, Morcote è stato incoronato come più bel villaggio della Svizzera. Il borgo ha più di mille anni e altrettanto antico è l’uso,  tra gli abitanti di queste rive, di trasferirsi in città lontane per mettere a profitto le proprie arti.

Si racconta di un certo Giovanni, partito da Vico Morcote, come legionario romano. Egli, in Siria, ha dato i natali ad Aniceto, 11° papa della Chiesa cattolica, tra il 154 e il 167.

Morcote fu anche patria di Giuseppe Sardi, celebre architetto nel XVII secolo, che ha innalzato la facciata di Santa Maria del Giglio in Venezia, e di Giacomo Rossi, costruttore della famosa scalinata a 404 gradini che dal lago porta alla chiesa rinascimentale di Santa Maria del Sasso.

Due sono le vie panoramiche per raggiungere Morcote: in arrivo con il battello sul Lago di Lugano oppure per i più allenati, a piedi da Carona attraverso il Parco di San Grato fino all’Alpe Vicania e poi in discesa, tra i vigneti del Castello di Morcote, fino a destinazione.