Giovedì 14 e venerdì 15 febbraio 2019 alle ore 20:45 – Teatro Sociale

14 febbraio, ore 20.00: introduzione con il prof. Demis Quadri

Mistero Buffo è il testo più famoso di Dario Fo, uno spettacolo che ha consegnato il nome del suo autore-attore alla storia. Con questo capolavoro Fo riprende un genere usato dai giullari medievali per capovolgere l’ideologia trionfante del tempo dimostrandone l’infondatezza: partendo dalla lingua costruita sul suono, sulle onomatopee, sui cambi di ritmo, giunge a rendere giustizia a quel mondo di diseredati, di subalterni, di folli, di sognatori, di ubriachi, di sconfitti, che oggi come allora chiedono una rivincita. Eugenio Allegri dirige con mestiere e sapienza Matthias Martelli in questa esilarante giullarata popolare che ha costituito il modello per il grande teatro di narrazione degli ultimi vent’anni. Facendo leva sulle talentuose prerogative attoriali di Matthias Martelli, Allegri ha scelto di rimanere fedele allo stile interpretativo di Dario Fo, mantenendo il risultato differente e distinto e costruendo una satira nuova che combina la corrosività delle parodie giullaresche con i temi del mondo moderno. Un progetto che era stato ancora approvato dallo stesso Dario Fo per uno spettacolo che è una vera rivelazione.

I biglietti per questo appuntamento della rassegna “Com.x” del cartellone del Teatro Sociale, con il sostegno di Banca dello Stato e Rabadan, sono ottenibili da subito presso l’Ufficio Turistico Bellinzona (tel. 091 825 48 18), sul sito www.ticketcorner.ch e presso tutti i punti vendita Ticketcorner.