GIOVEDÌ 17 GENNAIO – 20:30 VENERDÌ 18 GENNAIO – 20:30 SABATO 19 GENNAIO – 20:30 – TEATRO FOCE DI LUGANO

Come ci si salva da noi stessi? Con determinazione, la stessa determinazione che serve a raggiungere la cima di una montagna. È un viaggio in salita quello che Maraya, chiusa fra le mura della sua casa, compie. Un viaggio attraverso cui cerca di allontanarsi dal richiamo della bottiglia, l’amica che ha scelto perché “non è mica come le persone, che credi di sapere dove sono e poi non ci sono più”. Lo spettacolo, il cui testo è ispirato al romanzo Maraya (della stessa Begoña Feijoo Fariña), cerca di raccontare la difficile ascesa di chi dall’alcolismo cerca di uscire. Lo fa attraverso un lungo delirio allucinatorio, rotto da brevi e indefinibili momenti di lucidità. Il mondo esterno entra dentro la stanza, in cui Maraya si è chiusa per “non più bere”, e cambia forma, infiltrandosi nella sua visione distorta di luoghi e tempo. Ed è il tempo, con il suo trascorrere disordinato, a guidare Maraya nella ricerca di una meta forse impossibile.