SABATO 13 GENNAIO 2018 – ORE 17 PRESSO LA SALA MOSTRA E CONFERENZE IN CONTRADA CARMINE, 2F A BRESCIA INAUGURAZIONE MOSTRA: LONDON & DAIQUIRI I grandi reportage di GIAN BUTTURINI.

La Mostra è organizzata dal Museo Nazionale della Fotografia in collaborazione con Associazione Gian Butturini e Heillandi Gallery.

Sono le fotografie dei primi reportage dell’autore: da Londra 1969 alla fine degli anni ’80 in Cile. In mostra troveremo le fotografie che Martin Parr ha scelto per la mostra Strange and familiar-Britain as Revealed by International Photographers, realizzata al Barbican Centre di Londra nel 2016 poi replicata alla Manchester Art Gallery. Butturini era l’unico italiano con altri 22 autori internazionali, tra cui Henri Cartier-Bresson, Raymond Depardon, Robert Frank e Paul Strand.

La nuova edizione del volume London by Gian Butturini è a cura di Martin Parr, che affascinato dal libro, ne ha scritto la prefazione. DAIQUIRI 2.0 è uno strepitoso cocktail di memoria ed emozioni con immagini di London, storiche foto sul conflitto tra protestanti e cattolici nell’Irlanda del Nord, la Cuba di Fidel dei primi anni ’70, il Cile di Allende poi di Pinochet, Franco Basaglia e la nuova psichiatria a Trieste, la Rivoluzione dei Garofani in Portogallo, la lotta di liberazione nel deserto del popolo saharawi, il teatro di strada in Romagna con Julian Beck, manifestazioni di metalmeccanici italiani. Il volume riporta gli appunti di viaggio dell’autore nei diversi reportage. In occasione dell’inaugurazione verrà presentato il libro London by Gian Butturini edited Martin Parr.

EVENTI COLLATERALI: Giovedì 25 gennaio alle ore 21 presso la sala mostre del Museo verrà proiettato il documentario/ intervista a Gian Butturini Fotografo ergo sum di Renato Ghitti.