L’arrivo della primavera è un occasione unica per scoprire Locarno, sul Lago Maggiore. Già in epoca romana la regione fu piattaforma commerciale tra le valli alpine e la Pianura Padana e luogo di villeggiatura apprezzato per il suo clima mite.

Oggi Locarno vanta un grande patrimonio artistico-culturale eredità di secoli di conquiste da parte dei Longobardi, dei comaschi, dei duchi di Milano e dal 1513 dei Confederati. Grazie alla prossimità del suo lago, regolatore di calore, la città svela uno spettacolo imperdibile per gli amanti dei fiori: il Parco delle Camelie, considerato uno dei migliori giardini botanici in Svizzera. Situato sul delta accoglie 500 varietà di Camelie e circa 900 esemplari, in gran parte d’oltre frontiera. Questo fiore originario dalle zone tropicali dell’Asia è giunto nel 17° secolo in Europa e ha trovato nei giardini dell’Insubria una seconda casa. Le foglie e i germogli della specie Camellia sinensis, per fare un esempio, sono usati per produrre una famosa bevanda: il tè. La visita di Locarno con i suoi parchi fioriti è un viaggio colorato tra profumi inebrianti.

La passeggiata guidata di due ore e mezza, adatta a tutte le età, offre una visione dello sviluppo storico e artistico di Locarno, città che ha preservato con cura e dedizione molte zone verdi, luoghi carichi di splendore ed energie positive. Le visite sono in programma tutti i lunedì e martedì con il na-tours!