La miglior Regia è andata a Eloy Enciso per il film “Longa Noite”, film che “scava con rigore nelle pieghe della memoria e della storia per portare alla luce, attraverso un lungo viaggio nella notte, i meccanismi sempiterni del sopruso e della dominazione”. Il Boccalino per miglior attrice è invece andato a Vitalian Varela per il film “Vatalina Varela” di Pedro Costa. Come miglior Giovane Produzione è stato premiato Nhà cây per il fim The Tree House. Il premio Boccalino d’Oro è invece andato a Wang Yigang per la sua performance di preapertura del festival, condensata nel video di Edo Haschke e Oksana Mazourik. Al regista, produttore e sceneggiatore Villi Hermann (Imagofilm Lugano) è invece andato il premio per il personaggio, mentre il Boccalino d’Oro Special è stato assegnato a Jean-Claude Rousseau per “In Memoriam”. Anche la pasticerria Marnin è stata insignita del Boccalino d’Oro Special per il suo trentennale contributo “al goloso piacere dei locarnesi” e alle attività che “contribuiscono a rendere ancora più popolare il festival”.