Il Castello incantato, festival sempre molto atteso dell’estate locarnese, è giunto quest’anno alla sua 20° edizione. Per questo ragguardevole anniversario la direttrice artistica Santuzza Oberholzer della compagnia Teatro dei Fauni, ha voluto richiamare alcuni artisti nazionali e internazionali che ne hanno fatto la storia, soprattutto dalla Svizzera e dall’Italia, ma anche da Argentina, Spagna e Cile. Burattini, marionette, ombre, disegni di sabbia diventano specchio e parodia dell’umanità: 16 spettacoli con un gran finale, che vedrà l’8 settembre la Piazza del Palacinema di Locarno trasformata ne Il Paese dei Balocchi, grande palcoscenico e parco giochi all’aperto.

Dopo l’anteprima del Festival a Cardada, si entra nel vivo della manifestazione il 15 agosto con lo spettacolo spagnolo Vita a Gerra Gambarogno . In ogni località, se minaccia un temporale, ci sarà un posto al coperto. Gli spettacoli sono adatti a tutte le età – tranne uno come di consuetudine, il 31.08 pensato solo per i grandi al Castello Visconteo di Locarno– tutte le produzioni prestano un’attenzione verso gli adulti, che conservano un cuore di bambino. Gli spettacoli si tengono nelle piazze, nei sagrati delle chiese, sulle rive del lago, invadendo allegramente i Comuni del Locarnese, che sostengono la manifestazione e permettono così l’entrata gratuita.

Info al sito