Una faccia da reporter. Signore, signori e gatti, ebbene si, ho avuto l’onore e l’infinito piacere di poter “intervistare” Gianluca Grossi! Intervistare è tra virgolette perché difronte ad un professionista del suo calibro il vostro gattaccio si vergogna decisamente un po’ di giocare a fare il giornalista! Noi in Ticino conosciamo bene Gianluca, è un volto noto e apprezzato del giornalismo, ma per chi di voi non lo conoscesse Gianluca Grossi è un reporter, cameraman e fotografo free-lance. È autore di bellissimi reportages e documentari televisivi e direttore di Spazio Reale. Svolge il suo lavoro in Medio Oriente e altre zone calde del mondo.

Dice di se: racconto le guerre e la vita degli altri. E’ una missione. Un’ossessione vitale.

Sentirlo parlare del suo lavoro, con quel tono di voce calmo e profondo, ti porta in una dimensione parallela. Il tempo si ferma e ti senti sospeso, cullato dalle parole, ci staresti le ore ad ascoltare, perché di profondo, lo capisci subito, non c’è solo la voce. Ci racconta la vita del cronista, la passione e la fatica, soprattutto fisica spiega, del fare questo mestiere.
La curiosità felina mi ha fatto incrociare tempo fa un blog  faccia da reporter dove Gianluca descrive una parte più intima, personale, del suo raccontare la vita, che consente anche un tono più leggero, ma che non smette di far riflettere. Ne abbiamo parlato con lui, ci si è scherzato perfino su, anche perché dopo aver letto il suo articolo c’è un silenzio da film, ho immaginato che ritrovarsi a chiacchierare con un gatto deve essergli sembrato quanto meno bizzarro. Ha affrontato la cosa con impeccabile aplomb… dimostrando senza dubbio una gran faccia da… reporter!
Cosa aspettate? Correte via subito al blog di Gianluca Grossi e in alto a destra aggiungetelo ai preferiti… non ve ne pentirete!