Faigirarelacultura è come una famiglia. Racconta Roberta Nicolò, ideatrice del progetto e direttore di TImmagazine.

«Ogni membro porta la sua personalità, quello che sente e che sa fare… io ho portato la mia creatività, tutta la passione per il business e il mio carattere organizzato, dando vita al progetto. È come quando siedi a tavola nei giorni di festa, la famiglia diventa sempre più grande, i figli, i nipoti, i cugini, gli zii… tutti alla stessa tavola a scambiarsi opinioni, raccontarsi le proprie vite. È questa l’aria che si respira in #faigirarelacultura… e più cresce, più le emozioni vengono condivise e la collettività ha opportunità di conoscere e farsi conoscere.
Certo c’è lo zoccolo duro, coloro che lavorano quotidianamente per sviluppare il progetto, ma è importante anche il singolo lettore, il twittero che ha passato un’informazione alla rete, l’ascoltatore che ha raccontato agli amici della puntata sentita per radio… coloro che hanno acquistato l’agenda per ragazzi, quella che ha dato il via a tutta questa avventura nel 2013. Il gruppo Facebook oggi è estremamente attivo, lo scambio è continuo e le informazioni viaggiano senza confini. Da quando è nato, il progetto, è cresciuto, si è ampliato, ha trovato nuove forme di comunicazione per essere sempre al passo con le esigenze dei contenuti che veicoliamo. Ha incontrato territori, persone, idee, ed è questo lo spirito giusto. #faigirarelacultura è una famiglia… e in una famiglia siamo tutti importanti!»