Craft Box… uno scrigno di creatività. Appassionante,  interessante,  creativo, ma anche divertente, unico e trendy. Di cosa stiamo parlando? Di un progetto creativo ed estremamente interessante. Ne abbiamo parlato con le ideatrici Ornella Danese e Maura Facchetti.

Raccontateci  cos’è  Craft  Box?
Ornella: «Craft-­‐Box è uno spazio dove, in una o due giornate al massimo, si può fare un’esperienza di un’arte o di un lavoro artigiano e comprendere se adatto a noi, per poi eventualmente proseguire con un corso specifico presso l’artigiano stesso. Una sorta di aperitivo insomma. Ma anche l’occasione di provare cose diverse, spaziando alla pittura alla ceramica, dalla lavorazione del feltro a quella della  maglia, dal recupero di antichi saperi come il chiacchierino e il filet a tecniche più moderne e innovative. Per questo collaboriamo attivamente con la Federazione delle associazioni di  Artigiani  ticinesi (Glati) e  con  i  loro  associati».
Maura:«Infatti, un aperitivo artistico, un assaggino gustoso ma delicato per solleticare l’appetito creativo prima di decidere se sedersi alla tavola imbandita per la cena completa.Non vi è l’obbligo di  iscriversi  ad  alcun corso, cerchiamo  di mantenere  i costi contenuti al massimo per i  partecipanti  in  modo da eliminare in  modo definitivo, o quasi, la barriera finanziaria e il  poco tempo a disposizione dei partecipanti».

Da  dove  nasce  la  vostra  passione  per  l’arte?
Ornella: «è una passione che alberga dentro di me da sempre, e non poteva essere altrimenti visto che provengo da una famiglia di artisti; mio padre musicista e regista teatrale, due fratelli musicisti, mamma appassionata di pittura. Io stessa da bambina ho studiato danza classica, pianoforte, canto e ho sempre amato utilizzare le mani per creare. Mi sono dedicata alla ceramica, all’argilla, con un mio laboratorio, e infine alla grafica e web design, che per me sono altrettanto creativi».
Maura: «hai presente quando si dice che lmela non cade lontano dall’albero? Beh, tutto falso! Io sono la dimostrazione vivente che le mele cadono dove capita! Nella mia famiglia tutti sportivi! Io? L’unica pigra recidiva! Per compensare la pigrizia ho favorito la creatività Ho pastrugnato per anni passando dal disegno a matita alla pittura naif su legno, dalla sartoria al giardinaggio, dalla creta ai gioielli, dalla pasta di legno alle paste sintetiche, dai quadri con fiori essiccati minuziosamente alle rose realizzate con la carta dipinta a mano, dalla pittura su seta allo styling d’interni, dal decoupage al lavoro a uncinetto e maglia e chi più ne ha più ne metta! Prossimo  progetto? Il  Nuno Feltro! Meraviglioso! Sono una mela che dopo il tonfo iniziale continua a rotolare dunque…»

Tra  le  proposte  c’è  anche  il  Knit  Cafe,  di  cosa  si  tratta?
Ornella: «Un incontro conviviale durante il quale le persone lavorano a maglia o uncinetto, ricamo o altro) condividendo un momento di scambio, socializzazione, interessi e passioni. La possibilità per chi vive solo di ritrovarsi per un po’ di tempo con altre persone che condividono la stessa passione. Un luogo  anche  di confronto,   dove  poter  imparare qualcosa  di  nuovo  e  condividere  il  proprio  sapere con  gli  altri».
Maura: «Ho vissuto molti anni nel Nord Europa dove, anche a causa del  clima inclemente, le persone tendono a riunirsi in una location invitante per  condividere  insieme un’attività creativa e unire l’utile al dilettevole, in altre parole imparare qualcosa di nuovo nel loro tempo libero. Ho sentito la mancanza di quest’opportunità una volta in Ticino. Sono stata più che felice di aggregarmi al Knit Cafe. Durante questi incontri, grazie all’atmosfera informale e simpatica, gli interessati superano facilmente una certa timidezza e magari vera e propria ritrosia­ e partecipano volentieri. Non esiste il problema dell’impegno fisso e neppure il fattore economico è una barriera. La partecipazione è assolutamente libera e gratuita, a parte le eventuali consumazioni. I telefonini e i tablets sono ammessi certo, ma quanto è tonificante per lo spirito riscoprire il piacere di una bella e sana chiacchierata e naturalmente di una bella risata in compagnia».