Sabato 25 e domenica 26 novembre 2017

laMOPS_DanceSyndrome torna a danzare negli spazi della Ghisla Art Collection di Locarno presentando la nuova creazione Choreus Numinis che si iscrive nel concept artistico, culturale e sociale MuseOm.
Il nuovo spettacolo Choreus Numinis, creazione coreografica che si iscrive nel conceptMuseOm, verrà presentato sabato 25 novembre (première ore 14.30, repliche 16.00 e 17.30) e domenica 26 novembre (14.30 – 16.00 – 17.30), per un totale di ben sei rappresentazioni pensate per permettere a un pubblico più vasto di assistere alle performance all’interno del museo. Choreus Numinis è il frutto di un lavoro di approfondimento su una selezione di opere scelte fra i capolavori esposti nella collezione permanente della Fondazione Ghisla Art Collection di Locarno. Opere che hanno segnato in maniera importante l’arte contemporanea e che spaziano dall’action painting, alla forza selvaggia della Pop Art di Basquiat, passando per l’espressività sudamericana di Botero, fino all’arte programmata degli italiani Boetti e Bonalumi.

Per la MOPS_DanceSyndrome danzare davanti a questi capolavori è nel contempo un grande onore e una grande responsabilità. Grazie a un lavoro di ricerca coreografico che non lascia spazio all’improvvisazione, la danza della MOPS_DanceSyndrome mette in movimento le emozioni e i messaggi delle opere. I danzatori, in assoli o in pas de deux, si fanno anello di congiunzione fra i capolavori e il pubblico, creando un tutt’uno tra danza, musica e opere esposte. Il pubblico sarà invitato a seguire un percorso, sviluppato su cinque postazioni, della durata totale di 21 minuti al termine del quale le opere scelte verranno raccontate da Pierino Ghisla – collezionista e fondatore insieme alla moglie Martine della Fondazione e museo – offrendo l’occasione di osservarle con uno sguardo inedito.

SHARE