Quarta giornata di Festival. Proseguono i concorsi 6-15 e 16-20 all’Espocentro e al cinema Forum, così come le proiezioni della Piccola Rassegna e quelle dei decentramenti cantonali.

Martedì mattino all’Espocentro, alle 9.15, è proposto in concorso 6-15 il film CAMPEONES di Javier Fesser che mette in scena una squadra di pallacanestro interamente composta da persone disabili. La allena Marco Montes che si è visto imporre questo lavoro dal giudice che lo ha condannato a nove mesi di lavori sociali per aver guidato in stato di ebbrezza. Montes è un arrogante e cerca di scontare la condanna con il minimo sforzo, convinto di trovarsi davanti ad una squadra di buoni a nulla, ma presto i rapporti cambiano e si sviluppano in modo insospettato.
Alle 14.00, sempre all’Espocentro, il concorso 6-15 presenta in prima svizzeraZOO di Colin McIvor che ci porta nel 1941, in uno zoo dove lavora il padre di Tom, un ragazzo un po’ solitario e sognatore, che passa tutto il suo tempo libero dandogli una mano. Un giorno gli viene presentato un elefantino e fra i due nasce un legame forte. Quando il padre va in guerra e Belfast è bombardata dai tedeschi, a Tom non solo viene negato l’accesso allo zoo ma è testimone del sommario massacro degli animali considerati pericolosi, deciso da una Direttiva del Ministero della Pubblica Sicurezza. Al cinema Forum, in concorso 16-20 si potrà vedere COSA DIRÀ LA GENTE, della regista norvegese di origine pakistana Iram Haq che si è ispirata a diversi eventi della sua  vita. Rapita dai suoi stessi genitori all’età di quattordici anni e costretta a vivere con dei parenti in Pakistan, la regista ha voluto raccontare una storia d’amore impossibile tra due genitori e la loro figlia. È nata così la storia di Nisha, divisa tra due mondi. Quello in famiglia dove è la perfetta figlia pakistana e quello fuori, con gli amici norvegesi, con i quali esce come una normale adolescente. Il padre però la sorprende con il suo ragazzo e i due mondi entrano in collisione violentemente.

Sempre al cinema Forum alle 14.00, la Piccola rassegna ripropone il film d’animazione, MOLLY MONSTER di Ted Sieger, Michael Ekblad e Matthas Bruhn. Molly, che vive con i suoi genitori a Mostrolandia si trova un giorno a confrontarsi con una situazione con la quale tanti bambini prima o poi devono fare in conti: l’arrivo di un fratellino o di una sorellina. L’arrivo di questo piccolo è per Molly un mistero perché, come tutti i mostri, dovrà nascere nella lontana isola delle uova dove Molly non può andare perché è troppo piccola.

La serata all’Espocentro inizia alle 18.15 con DAS SCHWEIGENDE KLASSENZIMMER del tedesco Klaus Kraume. Il film è tratto dal libro che Dietrich Garstka ha scritto nel 2006, in cui racconta dei drammatici eventi successi nel 1956 a Budapest. Mentre era ancora uno studente liceale, la sua classe decide di osservare due minuti di silenzio in occasione del sollevamento popolare ungherese. I ragazzi entrano in questo modo in conflitto con le autorità della Germania dell’Est e molti di loro fuggirono a Berlino Ovest.

Alle 20.45, sempre all’Espocentro, la serata prosegue con il cortometraggio di Claudius Gentinetta SELFIES, vincitore dello Swiss Youth Award attribuito dalla giuria di Fantoche. Martedì 10 novembre alle 10.00, alla Scuola di Commercio di Bellinzona, Claudius Gentinetta terrà una masterclass aperta a tutti.
Segue la replica di COSA DIRÀ LA GENTE di Iram Haq, presentato al mattino al cinema Forum.