Carvina al Giffoni Film Festival 2015. È ufficiale: il corto ticinese in concorso il prossimo mese di luglio. Titola così il comunicato stampa che abbiamo ricevuto stamani con grande gioia. Una soddisfazione per un progetto nato dall’impegno dall’idea di Elena Aglaja Amadò, produttrice e sceneggiatrice del cortometraggio Carvina.

Il corto di Luca Marcionelli – in arte Marc Lucas – è stato infatti selezionato ufficialmente nella categoria Generator+18 e concorrerà il prossimo luglio nella competizione internazionale.

Il cortometraggio è stato prodotto con un’operazione di crowdfunding, una scommessa vinta dal team di giovani talenti che ha realizzato il film. Insieme alla stessa Amadò, nel film hanno recitato Yor Milano e due giovani attori italiani: il promettente Andrea Carpinteri e Salvatore Esposito, noto al grande pubblico per il ruolo di Gennaro, Genny, Savastano nella serie televisiva Gomorra. Arricchito dalle musiche di Markelian Kapedani e dal rock della band ticinese Make Plain, il corto racconta la storia di tre amici di vecchia data: Sara, Fra e Lollo. I tre stanno aspettando qualche cosa che cambi la loro vita, ma niente viene regalato e niente cade dal cielo. Il coraggio di cambiare deve nascere in loro, e devono smettere di credere che il benessere dipenda da fattori esterni. Una trama che, di questi tempi, è anche una sorta di morale valida per tutti. Il film è coprodotto da Enrico Manfredini e Paolo Ramoni per Swiss e-Motion GmbH, in collaborazione con Polivideo SA e Polivideo Studios SA. Inoltre, alla produzione del corto hanno contribuito l’Associazione REC e Cine5K. Per quanto riguarda la postproduzione, infine, il film ha beneficiato del sostegno da parte del Gruppo FarbenLab. In attesa di conoscere la data della prima mondiale in luglio, ad oggi ancora top secret, e in attesa dell’anteprima svizzera in Ticino, Carvina sarà l’unico film svizzero presente nel cartellone del 45. Giffoni International Film Festival. Una bella soddisfazione per un piccolo grande film che, portando nel suo titolo l’antico nome della Valle del Vedeggio, terrà alta a livello internazionale la bandiera del Ticino e della Svizzera intera.