PREFAZIONE

Un storia a quattro mani. Il racconto di Lia e Shendra. Due voci, due immagini e una sola trama. Questo è il caleidoscopico viaggio di Shendra e Lia. Ogni settimana un capitolo da leggere e osservare. Una trama che si dirama puntata dopo puntata offrendo al lettore colpi di scena, riflessioni e spunti.

Il tredicesimo capitolo di una serie a cui appassionarsi e che ci condurrà, prendendoci per mano, nella creatività di due giovani donne talentuose. Un appuntamento da mettere in agenda. Un viaggio che diventa avventura. Non perderti neppure una puntata!

Ci recammo al luogo dell’appuntamento.

La piazza era affollata, molti guardavano l’orologio astronomico.

Di li a poco le statuine si sarebbero mosse.

  1. arrivo di corsa! Due individui la inseguivano!
  2. cercò di aiutarla e…

Venne colpita!

Riuscimmo a seminarli fra la folla, e mentre L. si riprendeva V. iniziò a raccontarci che stava impedendo che determinati traffici di droga accadessero nel passato per cambiare la situazione nel futuro! Questo spiegava TUTTO!  Ma perché Praga nel 1962?

Shendra Stucki

Si erge nel cielo la cattedrale, il sole è nel segno del cancro e a nulla vale il suono delle chitarre zingare.

Astrolabi, amuleti, talismani, arcani maggiori, oroscopi,l’oscillazione del pendolo, sogni premonitori, la chiromanzia, ma ancora tutto tace; il rintocco delle campane trascina il tempo mentre le foglie cadono al suolo.

Ci hai parlato dei tuoi progetti, di farti Prometeo per restituire la luce agli uomini, per fermare il male, per indicargli una via diversa, una possibilità.

Lia Galli