PREFAZIONE

Un storia a quattro mani. Il racconto di Lia e Shendra. Due voci, due immagini e una sola trama. Questo è il caleidoscopico viaggio di Shendra e Lia. Ogni settimana un capitolo da leggere e osservare. Una trama che si dirama puntata dopo puntata offrendo al lettore colpi di scena, riflessioni e spunti.

Il nono capitolo di una serie a cui appassionarsi e che ci condurrà, prendendoci per mano, nella creatività di due giovani donne talentuose. Un appuntamento da mettere in agenda. Un viaggio che diventa avventura. Non perderti neppure una puntata!

Due mulini. Uno solo visibile. Decorato e abbellito dai suoi proprietari. L’altro a specchio. Nelle fondamenta. Sembrava abbandonato da tempo. Scuro, polveroso e pericolante. In qualsiasi modo li si osservasse essi erano una cosa sola. Le pale giravano all’unisono, stessa velocità, stessa forza ma direzioni opposte e nel mezzo il tempo.

Era una macchina del tempo.

Shendra

15 Rue Lepic.

Tra gli avventori c’è anche una donna con un bizzarro cappello. Beve assenzio e fissa il vuoto. Avrebbe dovuto incontrare il suo primo amore questa sera, qui, al café des moulins, ma lui non è venuto. Gli abiti eleganti scelti con cura solo qualche ora prima la fanno sentire stupida adesso. I significati si dissolvono nell’attesa di un futuro che potrebbe anche non verificarsi mai.

Lia