Workshop di Canti e tammorre
SABATO 17 NOVEMBRE 2018 / ATELIER TEATRO DEI FAUNI (via alla Morettina 2 Locarno) ore 9.30-12.00 / 14.30-18.30 (dalle 17 col corso percussioni) con Marina Pittau.             

Ricercatrice di canti popolari, propone un lavoro sulla ricerca della voce naturale (voce parlata), attraverso il repertorio dei canti tradizionali della Sardegna e dell’Italia del sud, da lei arrangiati per più voci. Partendo dalla respirazione, propone vocalizzi per l’emissione del suono e la ricerca del proprio timbro, per arrivare all’interpretazione di canti sacri e profani. Si affronteranno balli cantati, come Anninnora, (per far ballare i bambini sulle ginocchia), che ha lo stesso ritmo dei balli tradizionali sardi. Si canterà anche la tarantella o la pizzica. Canti a cappella o accompagnati dalla chitarra sono trasmessi oralmente come avviene nella tradizione, anche senza saper leggere le note.  

STAGE DI TAMMORRA E TAMBURELLO con Massimo Laguardia e Salvatore Meccio ore 12.30-14.30/ 17.00-18.30 (dalle 17 col corso canto)

Le tammorre e i tamburelli sono strumenti di aggregazione sociale e di spirito collettivo. Attraverso lezioni individuali o di gruppo, l’obiettivo è la formazione per la pratica d’insieme, per ballare al suono dei tamburi come avviene nel Sud Italia. Principianti (senza esperienza o conoscenza dello strumento): postura del corpo; impugnare il tamburo; colpi fondamentali e ritmi semplici.
Avanzati (che hanno già una buona preparazione di base): perfezionamento del controllo del tamburo; approfondimento tecnico sui ritmi popolari complessi; avvio alla capacità di eseguire una semplice improvvisazione. Ogni allievo deve avere una tammorra o un tamburello: se non li ha, deve comunicarlo al momento dell’iscrizione e lo strumento verrà prestato dagli insegnanti.

Informazioni oskarboldre@tiscali.it – 076 433 68 38