Al Teatro di Locarno, anche per la stagione 2016/2017, proseguono – su iniziativa dell’Associazione “Amici del Teatro di Locarno” – le proposte di teatro rivolte agli spettatori più giovani. Il programma, rivolto alle scolaresche delle scuole elementari e medie del locarnese, è ricco ed è costruito per trasmettere l’amore per il teatro. Un teatro che fa riflettere ma che sa anche divertire, trattando gli argomenti più profondi e quelli più delicati con la dovuta leggerezza e ironia, e con una costante attenzione alle esigenze del pubblico più giovane. Senza dimenticare la dimensione del gioco e della spensieratezza, in un percorso che, utilizzando linguaggi differenti – dettati anche dalle diverse età degli spettatori – va a incontrare la letteratura e la musica, i sentimenti e l’avventura, la realtà e il fantastico, il mondo delle relazioni e il tema del crescere.

Il cartellone è a cura del direttore artistico Paolo Crivellaro e prevede il 17 gennaio due recite, per le scuole elementari (circa 800 alunni) con la compagnia “Eco di Fondo“ di Milano, in scena con “Nato ieri” uno spettacolo di Giulia Viana e Giacomo Ferrau. Uno spettacolo sulla storia di Mino, nato ieri ma già adulto.

Il 31 gennaio sarà la volta delle scuole medie (700 studenti) che assisteranno, in doppia recita, a “I Love Frankenstein”, lavoro teatrale della Compagnia “Eccentrici Dadarò” di Milano che, con la riproposizione delle vicende della Creatura nata dal genio visionario del dottor Viktor Frankenstein, ha vinto il premio Festival Segnali 2014.

Intanto prosegue l’iniziativa rivolta alle scuole superiori del concorso di critica teatrale. A ogni rappresentazione inserita nel cartellone serale assistono molti studenti i quali hanno poi la possibilità di scrivere recensioni sugli spettacoli visti. I migliori elaborati saranno premiati a fine stagione.