Il capolavoro delle avanguardie Berlino – Sinfonia di una grande città al Museo Vincenzo Vela, mercoledì 25 ottobre, alla presenza del musicologo Carlo Piccardi, con musiche originali eseguite dalla pianista e direttrice d’orchestra Nicoletta Conti.

In occasione della mostra fotografica Berlin. Moving Still, presente nel ricco programma della Bi10 – Biennale dell’immagine Borderlines. Città divise/Città plurali, il Museo propone Berlino – Sinfonia di una grande città, uno dei capolavori dell’avanguardia cinematografica tedesca, con accompagnamento al pianoforte di Nicoletta Conti e introduzione del musicologo Carlo Piccardi.

Proiettato per la prima volta esattamente 90 anni fa, il 23 settembre 1927, Berlino – Sinfonia di una grande città (Berlin, Die Sinfonie der Grossstadt) è il primo film che vede protagonista una metropoli: la Berlino degli Anni Venti, in pieno sviluppo economico e industriale. In bilico tra il realismo sovietico e le avanguardie astratte europee di inizio Novecento, il regista Walter Ruttmann descrive la vita della città nell’arco di una giornata: le strade deserte all’alba, la gente che va al lavoro, fabbriche e liti per le strade, la frenesia del giorno fino ai divertimenti serali, con le luci dei locali che si accendono. Il tutto con l’andamento di una sinfonia, aspetto messo in evidenza con il montaggio.

Fino al 10 dicembre, la 10° Biennale dell’immagine, all’interno del tema delle città divise, propone a Chiasso (Sala Diego Chiesa) la mostra Berlin. Moving Still, con fotografie di Giuseppe Chietera, Roberto Mucchiut, Domenico Scarano e Fabio Tasca, un progetto collettivo che si concentra sulla città di Berlino, metropoli che ha rappresentato e caratterizzato la separazione e la spaccatura ideologica mondiale del XX secolo.