Aziende che sposano il valore del fare comunità. Toast Communication Lab in campo per l’Arlecchino di Brissago

È partita la campagna di raccolta fondi per sostenere l’Associazione Amiche e Amici dell’Arlecchino, che li vedrà impegnati per un intero anno nell’intento di accantonare i primi 100’000 franchi necessari al progetto di ristrutturazione e riapertura della sala nel centro di Brissago.

Per l’ideazione del claim e della linea grafica dell’intera campagna di raccolta, sono scesi in campo un gruppo di giovani imprenditori del territorio, fondatori della Toast Communication Lab, che hanno sposato il progetto proprio perché lo ritengono importante per l’intero Cantone e perché rispecchia quei valori che anche loro, come gruppo di lavoro, mettono al centro delle dinamiche aziendali. «siamo un gruppo di amici, partiti in start up da zero, ci conoscevamo già prima e alcuni di noi avevano collaborato a progetti comuni quando erano ancora free lance. Aver scelto di fondare un’azienda è stato un passo importante ma fondamentale. Mettersi in società è una responsabilità, una sfida, ma da un’immagine di stabilità. È sempre una sfida, anche personale, sono importanti i rapporti umani e noi su questo puntiamo molto. Mettiamo sempre questo valore al centro del nostro lavoro. Anche tra di noi, all’interno del team, non perdiamo mai di vista il valore del rapporto interpersonale e questo fa bene al lavoro. Abbiamo competenze diverse, ma complementari, discutiamo sempre tutti i passaggi di un progetto, insieme, nel rispetto delle competenze specifiche e riusciamo così a trovare la miglior soluzione ad ogni sfida. Il progetto dell’Arlecchino rispecchia i valori in cui crediamo, sui quali anche noi ci troviamo confrontati ogni giorno» spiega Laura Chirieleison, art director di Toast.

L’Arlecchino è parte di noi, recita lo slogan della campagna per salvare il vecchio cinema, ed è proprio questo il cuore del progetto, che vede Brissago impegnata in una operazione quanto mai sentita dall’intera popolazione. Perché a Brissago l’Arlecchino è veramente parte della comunità. «L’Arlecchino non è solo parte di Brissago, ma anche parte della storia del Canton Ticino. È un edificio storico da salvaguardare, ma c’è di più, è un bel messaggio sul senso di comunità. I cittadini si sono riuniti e hanno fondato un’associazione proprio con l’intento di non perdere uno di loro, l’Arlecchino, e questo è un segnale positivo che non ha confini e che fa piacere comunicare. Essere uniti per qualcosa in cui si crede è importantissimo e noi lo sperimentiamo ogni giorno sul lavoro, la fiducia reciproca, la stima, ti danno la possibilità di muoverti liberamente e di arrivare sempre a dare il massimo per te e per il cliente. Questo è un mondo fatto da esseri umani, ci vuole consapevolezza, ma non è sempre così scontato. Soprattutto nel rivolgersi alle aziende il friendly non è un abitudine. In Toast guardiamo al plus, mettiamo sempre al centro il valore, approccio utile anche alle piccole e medie imprese. Siamo tutti chiamati all’azione. È il motivo per cui abbiamo scelto di sponsorizzare la realizzazione del video di presentazione del progetto presente sulla piattaforma progettiamo.ch e di seguire e sostenere il progetto di Brissago» racconta il copywriter Michele Castiglioni.

A favore di questa campagna sono accorsi anche volti noti della scena ticinese, che hanno prestato il loro volto alla campagna ideata dai giovani della Toast. È infatti partito proprio in questi giorni a Locarno un autobus che lancia la call to action a cui ha prestato il volto il musicista Marco Zappa. In autunno ritroveremo tante altre facce note impegnate a ricordarci che l’Arlecchino è parte di noi.

A dimostrazione che questo progetto è veramente sentito e fortemente sostenuto dalla popolazione anche l’iniziativa dei Rotisceri de Piudina, che hanno fatto una promessa di donazione di 1300 franchi e che già in passato avevano devoluto a favore dell’Associazione Amiche e Amici dell’Arlecchino l’incasso della loro festa annuale.