La pioggia di questi giorni non ha fermato la macchina organizzativa di Estival e il palco allestito sul Piazzale alla Valle di Mendrisio è pronto per accogliere il pubblico con il prologo della sua 39esima edizione venerdi 30 giugno.

Il primo viaggio musicale è assolutamente da gustare con la scoperta dell’incredibile bassista Kinga Głyk. Musicista polacca, Kinga è molto famosa nel suo Paese dove, nonostante i suoi 20 anni, ha già suonato in più di 100 concerti esibendosi con eccellenti e famosi protagonisti della scena musicale che la considera la migliore bassista della nuova generazione. È una vera e propria stella nascente del Jazz e del Blues, basti pensare che i suoi concerti live spopolano sul web a tal punto che un suo video pubblicato dal sito americano Bass Players United ha raggiunto oltre 22 milioni di visualizzazioni! Per il secondo concerto c’è davvero molta attesa per l’esibizione di Raphael Gualazzi. Originario di Urbino, Gualazzi è cantautore, compositore, arrangiatore, musicista e produttore, insomma un artista a tutto tondo che ha sempre sperimentato diversi generi musicali dando vita a uno stile personalissimo tra Jazz, Blues e Fusion. Con il nuovo “Love Life Peace TOUR” Gualazzi propone al pubblico di Mendrisio un concerto strepitoso uno show appassionante accompagnato da una eccezionale band di polistrumentisti. Per chiudere la prima volée musicale, Estival ha voluto regalare alla piazza di Mendrisio un misto di Afro-Fusion elettrico con incursioni nel Reggae, nel Funk, nel Rap e nei ritmi tradizionali dello Zimbabwe. E attualmente c’è solo un gruppo in grado di soddisfare queste aspettative: sono i Mokoomba un gruppo che libera un potenziale straordinario per originalità musicale, groove, immaginazione e emozione. In altre parole: una festa! Per la realizzazione di Estival, un open air unico nel suo genere, un ringraziamento particolare va a tutti i suoi sostenitori: dallo sponsor principale Credit Suisse, alla Città di Lugano, a Ticino Moda, alla Commissione Culturale del Consiglio di Stato, a Swisslos, alla Città di Mendrisio, all’OSI e naturalmente anche all’Host Broadcaster RSI che assicurerà la copertura radiotelevisiva dei concerti.

SHARE