Un debutto in versione serale con luci sceniche del percorso-spettacolo -Anime e sassi- del Teatro dei Fauni, nel suggestivo Chiostro del Convento di Monte Carasso  e dintorni:

Sabato 22 agosto ore 21.00; presentato  in tutta sicurezza, nel programma della Città di Bellinzona a entrata libera, per tutti.

Anime e sassi

con Lianca Pandolfini, Santuzza Oberholzer e Andrea Valdinocci musiche dal vivo Danilo Boggini e Deborah Jakob

drammaturgia Santuzza Oberholzer, regia Andrea Valdinocci

Un percorso site specific di narrazione e musica ridisegna in un’azione teatrale villaggi e quartieri del nostro territorio.

Gli antichi mestieri e i misteri della natura, abitano un paese immaginario della Svizzera italiana in cui si narrano le storie di tre famiglie.

Lo spettacolo, ambientato in valle a inizio ‘900, èarricchito da antiche leggende che raccontano, con la vena ironica dei contadini, anche l’inspiegabile, il soprannaturale.

La memoria collettiva, rimessa in circolo attraverso la parola, la musica e la gestualità, guida un viaggio emotivo in cui realtà e magia, luminoso e oscuro si intrecciano.

I testi sono contaminati dal dialetto, le melodie popolari, ora gioiose, ora malinconiche, ci avvicinano ai nostri avi. 

All’ombra degli alberi, tra i versi degli animali domestici e selvatici che li circondavano, i nostri antenati non rinunciavano a momenti di allegria.
Sono caprai, contadine, boscaioli, ragazze da maritare, intagliatori, allevatrici di bachi da seta, emigranti in Francia a vender caldarroste, notabili e c’è anche un prete.
 

-Un paese ci vuole, non fosse che per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti-

Cesare Pavese -La luna e i falò