Venerdì 7 settembre alle ore 21.00 a Losone Piazza San Giorgio, In caso di brutto tempo Centro La Torre dalle 20 alle 21 Laboratorio di costruzione di burattini al volo.

Lo spettacolo per tutte le età: Le montagne sciolte di e con Lorenzo Manetti. Il racconto comincia quattro milioni di anni fa: un uomo cammina sulla sabbia, poi appoggia il suo piede per terra e ha un’intuizione, guarda la sua impronta e dice: Questo sono io…., è il primo disegno della storia. Le mani danzano sulla sabbia e disegnano immagini che proiettate su un grande schermo, rivelano un racconto. Sono disegni in continua metamorfosi, semplici ed effimeri; con un soffio scompaiono, lasciando soltanto un’impronta nei nostri ricordi. Lo spettacolo è  preceduto dal Laboratorio di costruzione di burattini al volo dalle 20 alle 21 La grande festa per il 20° Festival  si terrà sabato 8 settembre  dalle ore 15.00 alle 18.00 a Locarno Piazzetta Remo Rossi (Palacinema) /In caso di brutto tempo Foyer.

Il paese dei Balocchi. Spettacoli, giochi, laboratori  con artisti da: Cile, Italia Spagna, Svizzera. Durante le 3 ore saranno attivi i numerosi giochi e due spettacoli per un solo ascoltatore

GIOCHI di abilità costruiti con materiale riciclato              guixotde8, Spagna.   Un parco di giochi originali  per mettere alla prova diverse abilità, creati dal maestro catalano Joan Rovira. Per allargare e qui ogni oggetto serve a qualcosa di diverso allo scopo per cui è stato costruito e risponde a comandi diversi con il solo scopo di divertirsi  . In questo Parco giochi straordinario tutto serve ad altro: uno scolapasta diventa un cestino da basket, una bicicletta un uccello.

L’Imbuteatro del Teatro Pan di Lugano
Due attrici narrano piccole storie, arricchite da un sorprendente universo sonoro. L’Imbutofono è realizzato con imbuti collegati tra di loro da tubi flessibili. L’ascoltatore applica gli imbuti alle orecchie; l’altra estremità dei tubi farà da microfono per le narratrici. La sua creatrice Cinzia Morandi dice:«…le persone mi dicono che non hanno tempo, dico loro che dura un solo minuto, si arrendono, con gli occhi chiusi e le orecchie spalancate ascoltano, il loro viso si trasforma e poi chiedono: me ne raccontate un’altra? Allora mi dico che c’è sete di poesia».

Per un pugno di bulloni  di e con il Teatro Correquetepillo Cile  è un Micro Western all’italiana che si tiene in una scatola per uno spettatore alla volta, è realizzato con oggetti e attrezzi, in italiano. Due bande rivali si affrontano. Naturalmente c’è il buono e il cattivo e l’immaginazione del pubblico fa il resto. È interpretato da Cristián Palacios è  giornalista, burattinaio e attore che dal 2006 viaggia per l’ America latina e l’Europa presentando i sui spettacoli per strada.

Segue dalle 15.15. La luna nuova di e con Paolo Sette.                                                                   
Una storia, anche per più piccoli, sul diventare grandi, che è una questione di dialogo e di rapporti con ciò che ci circonda, di ascolto e di superamento delle paure. Cosa può fare una piccola principessa che si ammala all’improvviso, se non chiedere la Luna per guarire. Come afferrare la Luna per portarla alla principessa? Semplice, si domanda agli uomini più saggi del regno e anche a quelli più sciocchi. Bisogna fare in fretta, perché la principessa peggiora di ora in ora. Sarà la natura stessa dei burattini a portare sorprendentemente all’epilogo di questa poetica avventura, per mostrarci come la vita ci accompagni veramente con soluzioni immaginarie e magici cambiamenti

Dalle 16.15 Il circo dei burattini con Il cerchio tondo
II direttore del circo è un tipo rigido e preciso, scandisce ogni secondo. Maurino, il servo di scena, invece pensa solo alle cose piacevoli: dormire, mangiare, la poesia. Alla festa del paese si esibiscono il saltimbanco, il venditore di palloncini, il giocoliere;  il domatore di leoni, l’incantatore di serpenti, la danzatrice del ventre. Arriva la primavera con le farfalle, la poesia sugli uccelli e finalmente il dolce riposo, interrotto bruscamente dal direttore che vuole sempre tutto in ordine. Si arriva allo scontro e poi l’inseguimento con tanto di gran finale.

Dalle 17.15
Burattini da camera, per grandicelli di e con Paolo Sette

Dialoghi brevi, piccole storie con burattini, che sintetizzano i capolavori del teatro di tutti i tempi, un gustoso divertissement con testi di Shakespeare, Cechov e altri dialoghi di coppia. C’è profondità anche sulla superficie di ogni bizzarro incontro, che vibra di umanità e delicatezza. Paolo Sette è burattinaio e marionettista di incisiva precisione: premio Sipario d’Orba 2010, premio B. Ravasio 2011.