La vita, come si sa, è piena di sorprese e soprattutto quando si è giovani, ben poche cose vanno come da programma. Avrei voluto fare lo scrittore invece ho conseguito un master nelle scienze dell’architettura all’Accademia di Mendrisio. L’architettura, nel suo profondo, è in ognuno di noi. L’architettura, arte delle arti, non deve per forza esprimersi in spazio, luce e materia, ma può benissimo trovare altre infinite espressioni nelle sue forme di realizzazione concrete e non. Partire da un’idea per poi portarla alla sua realizzazione non è forse architettare?
L’architettura mi accompagna ogni giorno e l’ha sempre fatto, semplicemente sono stati gli anni accademici ad avermi istruito su come, dalla visione finale, costruire, passo dopo passo, il tragitto per raggiungere l’obiettivo desiderato. Io mi sento e sarò sempre architetto, soprattutto ora che mi trovo a occupare una posizione che, nel suo piccolo, comporta comunque responsabilità verso me stesso e tutti coloro che credono in REGALO. Ciò che l’accademia d’architettura mi ha insegnato, vale davvero quanto l’oro.
REGALO è un progetto e come progetto deve essere pianificato, deve avere le sue fasi progettuali e le sue mete temporali. Deve essere sottoposto a critiche, alcune positive, altre negative dalle quali imparare. Il mio essere qui oggi non differenzia molto dal mio essere a un tavolo con carta da schizzo e matita anzi, le responsabilità sono praticamente le stesse, l’unica differenza è che REGALO sta costruendo uno spazio nel non mondo del digitale mentre carta e matita costruiscono uno spazio nel luogo in cui viviamo.
L’ambiente rispecchia la società che siamo, la sostenibilità che raggiungiamo rispecchia l’evoluzione che siamo. Volente o nolente la terra, come ha sempre fatto, andrà avanti con o senza di noi ma sinceramente preferirei lo facesse con noi quindi voglio contribuire, piccolo o grande che sia il mio gesto, a un progresso sostenibile in grado di portarci verso un futuro migliore di tanti momenti del nostro passato.
REGALO vuole, a suo modo, contribuire allo sviluppo di una società davvero sostenibile, una società solida e produttiva focalizzata sul futuro del mondo e non fossilizzata nel suo passato. Mi auguro che REGALO un giorno, grazie alla fantasia della mente umana, possa dar luce a numerosi nuovi lavori. Nulla succede per caso finché non permettiamo al caso di succedere.
scopri REGALO
SHARE