Lia Galli

Nasco nel 1986, colleziono cappelli e bevo troppo caffè. Amo le poesie di Baudelaire e di Montale, i girasoli, l’odore dei libri, la pizza, i quadri dei pittori fiamminghi, Mercurio, i tarocchi, gli occhiali da sole dalle lenti colorate, il velluto e tante altre cose. Ho una passione per le storie e per le parole che mi ha portato a studiare letteratura italiana e a trasferire su pagine bianche i miei pensieri cercando di liberare il tempo dal suo fluire continuo. Nel 2015 ho pubblicato la mia prima plaquette di poesie Non si muore più per un bacio (alla chiara fonte editore), mentre altre mie poesie e racconti sono apparsi su alcune riviste ticinesi. Per TImmagazine curo la rubrica caleidoscopico viaggio un viaggio tra fusione di arte e pensieri.

  • Location: Lugano
  • Website: Link