Recitava Paul Sartre Per ottenere una verità qualunque sul mio conto, bisogna che la ricavi tramite l’altro.L’altro è indispensabile alla mia esistenza così come alla conoscenza che io ho di me.

La memoria attraverso Lugano, i ricordi di chi la abita, di chi l’ha abitata o di chi ci è solo passato. La vita della città attraverso le memorie delle persone, i sentimenti e la vita di ognuno che diventa il vissuto universale, le esperienze si ripetono e un giorno saremo nei ricordi dei figli, del vicino di casa, di chi ci ha conosciuto e in mezzo alle persone che non sono ancora nate. Come la pulsione alla vita, la memoria non si ferma mai.Un video proiettato, visibile a tutti, avrà l’audio riservato solo a chi nella narrazione vuole immergersi e trovare-ritrovare una parte di sé e della città di Lugano attraverso i racconti personali e gli sguardi degli altri. La ri-costruzione di una grande famiglia attraverso i cittadini/personaggi che ci hanno donato un tassello da sommare alla nostra personale storia..

Officina Orsi presenta allo studio Foce di Lugano l’Installazione teatrale per video parole.

1 ottobre Ore 15.30 – 2/4/5/6/7 ottobre ore 19.00 – 3 ottobre ore 17.00

Creazione Officina Orsi – concetto e direzione Rubidori Manshaft – testi Roberta Puddu – collaborazione al progetto Paola Tripoli – video editing Rubidori Manshaft – online video Matteo Motzo – video dei  testimoni Margherita Cascio – grafica Fabrizio Montini – Produzione: Officina Orsi

Con il sostegno di Pro Helvetia Fondazione Svizzera per la cultura, Longlake Festival, Città di Lugano, Hernst Göhner Stiftung.

Co-produzioni LuganoinScena, Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea – Lugano

Con la collaborazione di REC – Lugano

 

 

 

 

 

 

Entrata libera

SHARE