All’Ex Macello Lugano alle ore Ore 11.00/ 15.00/17.00. Sabato 8 e domenica 9 ottobre

Per la prima volta in Ticino il gruppo belga acclamato in tutta Europa. Qui a Lugano con un’istallazione teatrale esteticamente irresistibile e dai contenuti intelligenti. Un nuovo modo di fare teatro, chiamando trenta spettatori per volta ad interagire con trenta schermi  e con trenta storie che hanno dell’inverosimile e che fanno riflettere.

Storie raccolte durante le tournée della compagnia attraverso la lettura di giornali locali. Ci si troverà così un famoso pianista che salito sul palco si rende conto che ha studiato il concerto sbagliato, oppure  di un neurochirurgo che ha invertito le teste su due corpi diversi di scimmie che sono sopravvissute.

O ancora degli hikikomori, ossia persone (circa 7000 in Giappone) che vivono relegate nelle loro stanze, senza alcuna relazione con mondo esterno se non attraverso i social. Uno spaccato del mondo contemporaneo

Concetto Bart Baele,Yves Degryse – Scenografia BERLIN, Manu Siebens – Testo Kirsten Roosendaal, Yves Degryse, Bart Baele – Editing Bart Baele,Geert De Vleesschauwer, Yves Degryse – Soundtrack e mixing Peter Van Laerhoven – Camera Geert De Vleesschauwer – Direzione tecnica Robrecht Ghesquière – Ricerca e drammaturgia Natalie Schrauwen

 

 

SHARE