Di Nicola Mazzi

Daniel, la faccia media da impiegato, per avere un guizzo nella sua vita monotona, da molti anni fa la comparsa in tv e in piccoli film svizzeri. All’autore del cortometraggio racconta dei suoi ruoli e delle piccole soddisfazioni con questo hobby. Il regista cerca di rendergli omaggio, con un lavoro sul montaggio: tagli, fermo immagine e zoom per inquadrare la comparsa, visibile magari solo per pochi decimi di secondo. Questo lavoro lo rende protagonista. Per un volta è lui, al centro dell’attenzione.

Voto 4.5


La luce brilla riflessa per il protagonista di questo corto. Solo una comparsa. E lo spettatore ha l’impressione che il suo essere comparsa non sia solo nel cinema, ma anche nella vita. Voler brillare di luce riflessa. Forse. Oppure solo un piccolo mondo parallelo in cui essere qualcun’altro, anche per un breve istante. Chi non lo vorrebbe a volte?

17 minuti della vita di un uomo comune

Voto 3.5


Regia: Lucien Monot
Fotografia: David Prudente

SHARE