ESPOCENTRO – BELLINZONA

SABATO 12 NOVEMBRE

GIORNATA CINEMA&SCUOLA

Nell’Aula magna della Scuola di commercio di Bellinzona si svolgerà, dalle 9.00 alle 16.00, una giornata di incontro tra scuola e grande schermo. Gli incontri mettono a tema l’importanza della conoscenza e della pratica del linguaggio cinematografico nelle attività pedagogiche e didattiche. Si rivolgono ai docenti di ogni ordine scolastico della Svizzera italiana e sono aperti anche ad altri interessati e ai docenti del resto della Svizzera.

L’incontro dello schermo magico con il mondo dell’educazione è l’intento della giornata Cinema&Scuola: un’alleanza educativa, che si terrà in occasione dell’apertura della 29esima edizione di Castellinaria, Festival internazionale del cinema giovane, Bellinzona.

LE MOSTRE

Inaugurazione delle due mostre allestite dal Festival:

LIBERI TUTTI! – In occasione dell’anniversario dei cento anni dalla nascita, Castellinaria propone un omaggio a uno dei fondatori della Cineteca Italiana e grande maestro del cinema italiano: Luigi Comencini, colto in modo inedito, quanto mai energico e vivo, alle prese con uno dei suoi soggetti preferiti: i bambini. La mostra è curata dalla Fondazione Cineteca Italiana ed è presente Luisa Comencini, nipote del regista.

IL TRUCCO C’È… MA NON SI VEDE – dedicata agli effetti speciali del trucco cinematografico, realizzata grazie alla collaborazione con laboratorio Crea FX di Firenze e che prosegue il discorso sui mestieri del cinema iniziato, due anni fa, con la mostra delle macchine del precinema. All’inaugurazione sono presenti Danilo Carignola, direttore del Laboratorio Crea FX e la sua collaboratrice Chiara Casagrande.

ORE 17.30

Nell’ambito del tributo a Luigi Comencini, proiezione del cortometraggio BAMBINI IN CITTÀ (Italia 1946). Girato alla fine della seconda guerra mondiale nelle strade di Milano devastate dai bombardamenti. Comencini denuncia l’urbanistica della città, dove i bambini usavano i luoghi industriali per giocare, perché non c’era spazio per loro. Nonostante tutto dalla pellicola emergono la gioia e l’innato ottimismo dei bambini che si adattano a ogni situazione pur di divertirsi insieme.

A seguire una prima finestra sul Concorso 6 – 15 con il film di Pascal Plisson LE GRAND JOUR (Francia 2015). Dopo il successo di Vado a scuola (2013), Pascal Plisson torna a raccontare i sogni e le speranze attraverso le storie dei quattro giovani protagonisti de Le grand jour provenienti dai più disparati angoli del mondo. Per mesi, addirittura per anni, i quattro protagonisti del film attendono questo giorno speciale che cambierà le loro vite per sempre.

ORE 20.45

Cerimonia d’apertura della 29° edizione con il film SWING IT KIDS! (Svizzera 2016) di Fabian Kimoto. Un documentario sulla giovanissima band svizzera Swing Kids che a ritmo di jazz e di swing ha spopolato non solo al Festival Jazz di Montreux ma anche in Europa, America e Giappone. I Swing Kids e il loro direttore d’orchestra Dai Kimoto, sono presenti e si esibiranno in una performance prima della proiezione.

SABATO 13 NOVEMBRE

ORE 15.00

La domenica inizia all’insegna del film per le famiglie con IL TRENINO THOMAS. SODOR E LA LEGGENDA DEI PIRATI (UK 2015) di David Stoten – in prima svizzera. Il trenino Thomas incontra un rivale del tutto nuovo, una leggendaria nave pirata e un avido cacciatore di tesori. Al contempo Thomas deve imparare a misurarsi con il sentimento della gelosia e con la paura di aver perso il suo ruolo speciale nell’isola di Sodor.

ORE 16.30

Con HEIDI, SON TORNATA PER TE di Luigi Comencini (Svizzera 1952) si torna a ricordare il grande regista italiano. Strappata alle sue montagne, dove vive con il nonno, e ai suoi pochi amici, Heidi viene portata in città per accudire Clara, una fanciulla malata. La casa è dominata con pugno di ferro dall’austera e insensibile governante Rottermeyer che vede male l’amicizia sincera che nasce tra le due bambine.

ORE 18.15

La fascia preserale getta uno sguardo sul Concorso 16-20 con LAND OF MINE di Martin Zandvliet, (Danimarca 2015) – in prima svizzera. Una storia poco conosciuta, che viene raccontata con la vicenda di quattordici giovani costretti a muoversi carponi su spiagge assolate, affidando la vita alla capacità di un bastoncino di scendere quanto più possibile nelle profondità della sabbia umida, per disinnescare le mine piazzate dai nazisti in previsione di un ipotetico sbarco degli alleati un film che racconta una storia poco conosciuta

ORE 20.45

I fratelli Dardenne chiudono questa seconda giornata di Festival. Con LA FILLE INCONNUE (Belgio 2016) i registi belgi ci raccontano di Jenny Davin che conduce il suo ambulatorio di medico condotto dove va a fare pratica Julien, uno studente in medicina. Una sera, dopo la chiusura, qualcuno suona al campanello e Jenny non apre. Il giorno dopo la polizia la informa che una giovane donna è stata trovata morta nelle vicinanze. Si tratta di colei a cui Jenny non ha aperto la porta.

LA APP DEL FESTIVAL SI SCARICA DA APP STORE E DA GOOGLE PLAY

SHARE